Una finestra che riduce i consumi dalla Eindhoven University of Technology

finestra intelligente

E’ in grado di ridurre i consumi energetici del 12%, schermando il sole d’estate e accogliendolo in inverno attraverso cristalli liquidi organici, che riflettono i raggi infrarossi ma non la luce visibile, e si possono anche attivare e disattivare, la finestra progettata a Eindhoven University of Technology.
Le finestre “intelligenti” hanno avuto fino a oggi un grande problema, quello di schermare il sole e anche la luce visibile  e quello di raffreddare l’ambiente anche quando non serve, nella stagione fredda. Il progetto di finestra messo a punto a Eindovhen riflette la luce a una lunghezza d’onda che corrisponde allo spettro dell’infrarosso. Questo tipo di luce è invisibile, ma contiene circa la metà dell’energia proveniente dalla luce solare.

Lo strato riflettente è formato da cristalli liquidi organici, come quelli degli smartphone, che possono riflettere selettivamente la luce a una certa lunghezza d’onda se sono orientati nel verso giusto.

Inoltre, bloccando quasi il 100% degli infrarossi,  la trasparenza per la luce visibile viene mantenuta al 90%, che è circa quella di un doppio vetro.

L’altro aspetto innovativo delle finestre è che si possono attivare e disattivare, tramite un interruttore o in automatico, grazie a sensori di temperatura.

 

Vai al blog
Torna alla homepage

 

Articoli recenti