Passione di Costruire: la storia di Redesco in un libro

Passione di Costruire

La passione di Costruire emerge con forza dalle pagine del testo – edito da Skira – sulle strutture complesse progettate da Redesco Structural Engineering.

L’anima degli edifici è direttamente proporzionale alla passione infusa nel pensarli e costruirli.

La passione di Costruire si legge e si vive anche quando sia stata diffusa nella strutture che diventano poi invisibili e si nascondono dietro cortine vetrate.

Sono gli ingegneri strutturisti che, in indissolubile legame con i progettisti architettonici, concorrano alla modellazione di edifici sempre più spesso evocatori di un futuro già scritto.

Il libro riunisce in un racconto testuale e iconografico alcune delle opere firmate da Redesco Structural Engineering.

Una testimonianza che unisce pensieri e riflessioni sulla progettazione, e dal desiderio di trasmettere una visione dell’ingegneria strutturale proiettata al futuro.

Fondata nel 1975, Redesco (Research-Design-Consulting) rappresenta un’eccellenza nell’ambito dell’ingegneria strutturale, capace di innovare, sperimentare e realizzare tanto infrastrutture quanto architetture complesse. 

Il libro – edito da Skira, a cura di Luca Molinari e Anja Visini – presenta due grandi progetti italiani, una testimonianza straordinaria della ” passione di Costruire “: la Torre Generali a Milano, opera di Zaha Hadid Architects, e la nuova sede BNL a Roma, di 5+1 AA; oltre a una serie di scritti teorici e un regesto di altre opere. Lungo tutto questo percorso per immagini scorre un’originale riflessione sulla relazione tra atto creativo e metodologia progettuale: gettando luce sul ruolo e la responsabilità del progettista.

Per Mauro Eugenio Giuliani, direttore tecnico di Redesco e protagonista del convegno Reinventing Construction che si terrà al Politecnico di Milano il prossimo 30 novembre, organizzato da The Next Building – la nascita del progetto è intesa come relazione tra idea progettuale e processo di sviluppo; le scelte e il funzionamento dei sistemi strutturali e la realizzazione in cantiere sono gli elementi con cui si costruisce sinergicamente il rapporto tra ingegneria e architettura.

Nel volume si rivela l’autonomia dei due saperi e la possibilità di una convivenza prolifica tra le due discipline, nella quale la conoscenza dei fenomeni e lo sviluppo in dettaglio rivestono un ruolo fondamentale, soprattutto in un presente in cui digitalità e simultaneità aumentano in modo esponenziale le possibilità d’indagine attraverso i software.

Mentre il tema del dominio del progetto e del processo si rivela sempre più centrale in un’epoca in cui si opera in maniera non lineare, una selezione di saggi teorici e interventi inediti, raccolti durante gli ultimi 20 anni di attività, illustra la traiettoria di Redesco: tra gli autori dei più significativi progetti nella città di Milano degli ultimi 10 anni.

 

Il libro, dal titolo “Strutture complesse, libero pensiero. Teoria e progetti di Redesco Structural Engineering”, a cura di Luca Molinari e Anja Visini è in edizione bilingue (italiano-inglese).

 

 

Vai al blog
Torna alla homepage

 

Articoli recenti