Anche il Design, in questa edizione ad Arte Laguna Prize

Arte Laguna Prize

Un premio autorevole e d’eccellenza, Arte Laguna Prize, include, per la prima volta con l’edizione 2018, il Design, dedicandogli un’importante sezione.Giunto alla tredicesima edizione, Arte Laguna Prize, apre, da quest’anno, al Design.

Diventano, quindi, dieci le categorie a cui artisti e creativi potranno candidarsi fino al 27 novembre 2018: design, pittura, scultura e installazione, arte virtuale, arte fotografica, grafica digitale, video arte e cortometraggi, performance, arte urbana, land art.

Le candidature al Premio provengono da artisti da ogni parte del mondo, che vengono selezionati da una giuria d’eccellenza per la grande mostra a marzo nei suggestivi spazi dell’Arsenale di Venezia.

L’apertura al Design è un cambiamento, fortemente voluto dalla direzione del premio, come “prosecuzione naturale della crescita di Arte Laguna Prize e l’espressione dei labili confini tra design e arte che da tempo osserviamo” (Laura Gallon – fondatrice del Premio)

La sezione design, supportata da Antrax IT che produce oggetti di design per il riscaldamento, avrà una giuria creata ad hoc, composta da Alfonso Femia, architetto, Danilo Premoli, architetto e designer, e da Igor Zanti, curatore generale del premio e direttore di IED Venezia. Si potranno inviare proposte di arredo e complementi che arricchiscono l’esperienza abitativa in cui la componente visiva è predominante.

Le altre sezioni di concorso verranno valutate da esperti d’arte internazionali selezionati in base a curriculum e competenze: Flavio Arensi – direttore dei musei di Legnano; Filippo Andreatta – regista teatrale e co-curatore di Centrale Fies; Mattias Givell – co-direttore di Wanås Konst in Svezia; Eva González-Sancho – co-curatrice della prima Biennale di Oslo del 2019; Simone Pallotta – curatore di arte pubblica e urbana; Richard Noyce – scrittore, docente e critico d’arte; Enrico Stefanelli – direttore artistico di Photolux Festival di Lucca; Alessandra Tiddia – chief curator presso il Mart di Trento e Rovereto; Vasili Tsereteli – direttore del Moscow Museum of Modern Art; Maxa Zoller – curatrice della sezione film di Art Basel e direttore artistico di International Women’s Film Festival di Dortmund.

La giuria selezionerà le opere di 120 artisti finalisti provenienti dalle varie categorie. Tra le opere esposte la giuria individuerà sei vincitori assoluti che si aggiudicheranno i premi in denaro per un montepremi totale di 42mila euro.

 

Informazioni e bando di concorso sono disponibili sul sito

 

 

 

Vai al blog
Torna alla homepage

 

Articoli recenti