Leed Gold per gli headquarters Gucci, a Milano

gucci_headquarters

Piuarch firma il progetto architettonico del Gucci Hub, nuova sede milanese del prestigioso marchio della moda nata dal recupero dell’ex-fabbrica aeronautica Caproni costruita nel 1915 in via Mecenate.

È partito dal recupero edilizio di uno storico edificio industriale milanese, quindi è stato definito l’impianto costruttivo, idoneo a ospitare le esigenze di uffici contemporanei: così ha preso vita il progetto architettonico firmato da PiuArch, gli architetti Gino Garbellini, Francesco Fresa, German Fuenmayor e Monica Tricario, per la nuova sede di Gucci, a Milano

Dopo il processo di restauro della struttura originaria, oggi il nuovo Gucci Hub copre complessivamente 35mila m2 ospitando tutti gli uffici di Milano del marchio, gli showroom, lo spazio destinato alle sfilate, le attività grafiche e il foto studio, all’interno di una location che ospita oltre 250 persone.

A caratterizzare l’intervento sulle strutte, la riconfigurazione degli spazi destinati in origine alla produzione, dotati di ampie aperture per la veicolazione della luce naturale. Quindi facciate in mattoni sui due lati della strada principale che collega edifici e funzioni per approdare a una suggestiva piazza coperta. Al centro del complesso, una torre cubica di sei piani costruita ex-novo, con pareti in vetro, componenti neri e di metallo e una superficie di più di 3mila m2. Recuperato anche l’hangar, per una superficie totale di 3.850 m2, dei quali 2mila destinati a ospitare la sfilate a partire dal 2017. Infine, un ampio parcheggio sotterraneo che ospita fino a 300 auto.

gucci_headquarters_1

Sostenibilità

Secondo la cifra progettuale dello Studio Piuarch, anche la nuova sede Gucci vuole essere un progetto orientato al massimo rispetto di ambiente e risorse. Grande l’attenzione al greening urbano, con un bosco, una piazza alberata, giardini diffusi, prati e pareti verdi, il tutto in armonia con il linguaggio storico degli edifici. A certificare l’attenzione alla sostenibilità, la certificazione Leed Gold.

 

Vai al blog
Torna alla homepage

 

Articoli recenti