Ristrutturazione della casa: un investimento in crescita

Ristrutturazione

Prescinde dall’andamento economico generale, prescinde dalle previsioni, prescinde dalle turbolenze politiche: la casa si riafferma essenziale componente della vita degli italiani e il mercato della ristrutturazione è in crescita.In crescita ed eccellenti anche per la parte restante del 2018 le previsioni di crescita per il mercato della piccola ristrutturazione residenziale. Lo afferma l’annuale studio di settore condotto da Houzz. Houzz – la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e d’esterni – presenta il suo annuale studio di settore condotto a livello globale. Houzz fornisce una panoramica sulle performance del 2017 e sulle previsioni del 2018 riguardo al business della ristrutturazione e design della casa in base ai dati riportati dalle oltre 8.000 risposte ottenute a livello globale. A livello italiano, lo studio ha rivelato che il 2017 è stato un anno positivo per la maggior parte delle aziende legate al settore della ristrutturazione, quasi la metà delle imprese ha infatti soddisfatto o superato le aspettative di entrate lorde per l’anno (48%). Quasi la metà dei professionisti intervistati dichiara una crescita delle entrate lorde nel 2017 rispetto al 2016 (46%), e oltre un terzo di quest’ultimi ha osservato aumenti superiori al 10% (34%). L’aumento dei ricavi rispetto al 2016 è osservato principalmente da interior designer (53%), seguiti da architetti e aziende di mobili e accessori (rispettivamente 47% e 45%). Insieme all’aumento delle entrate, non sono mancati i momenti difficili. Oltre un quarto dei professionisti intervistati dichiara di aver sofferto dell’instabilità dell’economia locale o nazionale (rispettivamente 28% e 25%), che potrebbe aver influito sulla crescente preoccupazione dei clienti per i costi progettuali e sulle difficoltà nel creare nuova clientela (rispettivamente 43% e 42%). La difficoltà nella gestione delle aspettative dei clienti riguardo i costi viene percepita significativamente da interior designer (50%), seguiti da architetti (43%) e aziende di mobili e accessori (39%). Ma le prospettive sono positive: i professionisti sono già al lavoro per creare nuove opportunità di business sostenute da iniziative di marketing o di miglioramento dei servizi già offerti per ciò che riguarda la ristrutturazione. La maggior parte dei professionisti della ristrutturazione della casa non prevede un cambiamento nel costo delle attività per il 2018 (67%) ed è ottimista sulla crescita del fatturato lordo (68%). Interior designer e aziende di mobili e accessori sono i più ottimisti nelle loro aspettative di aumento del fatturato lordo nel 2018 (rispettivamente 73% e 71%), seguiti dagli architetti (65%). Per sostenere questa crescita, le aziende prevedono di incrementare l’acquisizione di progetti di maggiore dimensione (56%) e dedicare più risorse a iniziative di marketing (55%). Altre strategie comuni includono il miglioramento dell’esperienza del cliente (46%), l’offerta di nuovi prodotti/servizi (43%) e la collaborazione con altre imprese (35%). Si prevede che nel 2018 i dipendenti della società aumenteranno del 17% nelle imprese di architetti, del 13% nelle imprese di mobili e accessori e per del 4% in studi specializzati in design di interni. Lo Studio di settore è stato condotto tra dicembre 2017 e gennaio 2018 tra i professionisti iscritti su Houzz (oltre 8.000 rispondenti a livello globale, di cui oltre 500 in Italia). Il report completo è disponibile              

 

Vai al blog
Torna alla homepage

 

Articoli recenti